Your Venice

Your Venice

Scegli 2 o 3 tag e scopri la tua Venezia

Sestiere di Santa Croce

Il sestiere di Santa Croce è attualmente la porta d’ingresso per chi arriva dalla terraferma. E' l’unico della città che può essere raggiunto con l’automobile ed è collegato direttamente con la terraferma tramite il Ponte della Libertà. E' bagnato dal Canal Grande, confina con i sestieri di San Polo e Dorsoduro e con la laguna di Venezia. Due dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande si trovano qui: il ponte di Calatrava ed il Ponte degli Scalzi. Questo sestiere è ancora poco conosciuto ma le attrazioni qui sono molte, sia per quanto riguarda la storia e l'arte sia per i negozi, ristoranti, locali e le bancarelle tipiche veneziane che vendono souvenir. all'ingresso si trovano anche i giardini Papadopoli.

Il suo nome deriva dalla Santa Croce di Gerusalemme, una parte della quale era conservata in una chiesa che fu poi demolita da Napoleone.
In questa zona della città si possono trovare i segni del passato (vi sono infatti numerosi monumenti, musei e chiese) ma anche i segni del presente, infatti è la parte della città che durante il XX secolo ha subito più cambiamenti sia per la costruzione del ponte che collega Venezia alla terraferma che per la costruzione della Stazione Marittima e dei recenti Ponte di Calatrava e People Mover, che collega il centro al terminal crocieristico.

Il sestiere Santa Croce si trova proprio davanti alla stazione ferroviaria. A pochi minuti a piedi da quando si entra a Venezia si possono trovare le belle chiese di “San Simon Piccolo”, “San Nicola di Tolentino”, “Santa Maria Maggiore”. Tra le calli del sestiere tra le chiese principali da non perdere troviamo la Chiesa di San Giacomo dell’Orio, una delle più antiche di Venezia, ricca di dipinti al suo interno.

Sul Canal Grande, l'imponente Fondaco dei Turchi ospita il museo di storia naturale, mentre il vicino palazzo Ca' Pesaro propone opere d'arte contemporanea e oggetti decorativi asiatici.

Interessante è anche Calle Ca’ Zusto, una stretta via di passaggio di soli 68 centimetri di larghezza. Bei palazzi da vedere sono Palazzo Mocenigo la cui leggenda narra di un fantasma alla ricerca di eterna giustizia e Ca’ Corner della Regina, palazzo veneziano affacciato sul Canal Gande.

Infine meritano una visita il Campo di San Stae, dove sorge la Chiesa di San Stae, di stile barocco, al cui interno troviamo opere del Tiepolo ed il Campo San Zuane Degolà con la relativa chiesa.

Affacciato sul Canal Grande, venne edificato nella prima metà del XIII secolo dalla nobile famiglia dei Pesaro e successivamente venduto alla Repubblica nel 1381 che a sua volta lo donò al marchese di Ferrara.

È il quarto ponte sul Canal Grande, collega Piazzale Roma (terminale automobilistico di Venezia) con la Stazione Ferroviaria di Santa Lucia.

La Chiesa di San Simeon Piccolo si trova nel sestiere di Santa Croce, sul Canal Grande di fronte alla Stazione ferroviaria Santa Lucia.

La chiesa di San Zan Degolà (il cui vero nome sarebbe San Giovanni Decollato) si trova in un angolo di Venezia completamente dimenticato dai turisti.

È chiamata comunemente chiesa dei Tolentini. Si trova nel sestiere di Santa Croce affacciata all’omonimo campo, a pochi passi da Piazzale Roma e dai Giardini di Papadopoli.

Ca’ Pesaro è uno dei più bei palazzi barocchi di Venezia affaccaiti sul Canal Grande. Risale al ‘600 ed è stato progettato dal Baldassarre Longhena su commissione della famiglia Pesaro. 

Abbonamento a

Offerte Speciali!

Sconto 10%!!
Prenota a questa tariffa irripetibile! 10% di sconto su prenotazioni di 2 notti!

A partire dall’11 febbraio fino alla fine del mese Venezia sarà teatro di una delle più suggestive feste in mas

Prenota online